Spettacoli e performance in distribuzione

LIFE : un viaggio nell’esperienza della morte

LIFE è una performance strutturata come una lezione di morte per capire e riscoprire la vita. Oltre 20 attori si alternano nelle diverse serate, per raccontare le emozioni di quello spazio intermedio tra la vita e la morte. Trenta posti. Un gioco di simulazione che dura 50 minuti per vivere un’esperienza che mira a cambiare l’approccio all’unico vero, insolubile problema di ciascun essere umano: la propria morte. Poi il paracadute si apre e si riacquista il vero valore di tutto ciò che si possiede. Una performance che racconta che bene e male, vita e morte, sono inscindibili fino a toccare il principio base del pensiero buddhista: la sofferenza nasce dal possesso.

Una performance per cambiare il modo di vedere la vita e non permetterete mai più che appaia piattamente ripetitiva.

Perdonaci Carmelo

Perdonaci Carmelo è uno spettacolo che racconta con ironia il fallimento dell’idea rivoluzionaria di teatro, e l’inevitabile l’accettazione dei limiti e dei compromessi a cui non solo i teatranti ma tutti noi siamo costretti per sopravvivere. Carmelo Bene diventa il maestro simbolico, il dio tradito, il Che Guevara di una rivoluzione promessa che non siamo in grado di mantenere, né dentro né fuori dal teatro.

BARBIE GREEK COLLECTION

Dai modelli teatrali della tragedia greca (Medea, Lisistrata, Clitennestra etc.) nasce una performance in tre atti che racconta di Barbie contemporanee alle prese con tragedie del nostro tempo. Collezionale tutte.

Laboratori in distribuzione per le scuole

Laboratorio WondeR

Destinatari: studenti delle scuole secondarie di primo grado

 

Il laboratorio si propone come occasione per mettere la diversità al centro delle relazioni consentendo ai partecipanti di conoscerla e sperimentarla attraverso canali alternativi di comunicazione. Il linguaggio teatrale si rivela strumento privilegiato per la diffusione di una nuova cultura del rispetto che vuole offrire anche strumenti di riconoscimento e contrasto al sempre più comune fenomeno del bullismo.  “Fare teatro” significa trasformarsi da spettatore (colui che guarda) in attore (colui che agisce), con l’obiettivo di agire la diversità per farne un’esperienza diretta ed emotiva. In un’atmosfera di gioco e creatività ci si concede di scoprire, conoscere, sperimentare ed esprimere la propria individualità, per meglio imparare ad accogliere anche quella altrui. Ci si concede di essere, finalmente, ognuno il “diverso” di qualcun altro.

Wonder è un progetto pensato proprio per sensibilizzare i più giovani e indurli a confrontarsi con il tema della diversità e le emozioni che essa suscita. Il percorso didattico e la realizzazione dell’esito scenico finale ruoteranno attorno alla trama del libro “Wonder”, romanzo di Raquel Jamillo (pubblicato sotto lo pseudonimo di R.J. Palacio). ll racconto segue le vicende di August Pullman, affetto da una deformazione craniofacciale, che per la prima volta affronta il mondo della scuola entrando in prima media.

Laboratorio Giochiamo al teatro

Destinatari: studenti delle scuole primarie

 

Il laboratorio teatrale vuole porsi come forma espressiva che più si avvicina al gioco simbolico del “far finta di”, quel gioco libero, semplice e spontaneo che fanno tutti i bambini. Attraverso la drammatizzazione delle storie narrate dall'operatore, si coinvolgono i bambini nell’invenzione di storie, di suoni, di canzoni, e di tanti modi di utilizzare il proprio corpo e la propria voce. La narrazione di storie sarà il punto di partenza da cui partire per poi utilizzare la drammatizzazione che permetterà ai bambini di impersonare, rivivere in prima persona e rielaborare mentalmente le storie appena ascoltate; il tutto contornato da esercizi/giochi finalizzati alla scoperta dello spazio, alla sperimentazione dell'espressione corporea e al rilassamento.

Laboratorio Invito alla lettura

Destinatari: studenti delle scuole secondarie di secondo grado

 

Il progetto “Invito alla lettura” nasce dalla consapevolezza dell'importanza, non solo culturale ma anche sociale, della ricerca e dell'individuazione dei mezzi più efficaci perché i giovani acquisiscano un atteggiamento positivo nei confronti della lettura, tale da valorizzarne gli aspetti piacevoli e da svilupparne l'intrinseco interesse.

Il progetto” Invito alla lettura” ha lo scopo di formare gli alunni per consentirgli di leggere ad alta voce in modo espressivo e di apprezzare appieno il fascino della narrazione e della recitazione. Gli incontri saranno dedicati a ricostruire la complessa struttura entro cui si colloca la “lettura espressiva”, intesa come l'arte di trasmettere un messaggio. Unitamente si analizzerà il significato semantico delle parole e il suono e il ritmo che queste imprimono alle frasi. Si indagheranno le qualità musicali attraverso cui la lettura a voce alta riesce a trasmettere emozioni e stati d'animo in maniera evocativa e potente.

CALENDARIO

CONTATTI

© 2017 Compagnia B

credits